E quindi uscimmo a riveder le stelle... e gli aquiloni

E quindi uscimmo a riveder le stelle

E quindi uscimmo a riveder le stelle

...e gli aquiloni

E quindi uscimmo

a riveder le stelle

...e gli aquiloni

Per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, ARTEVENTO ne fa volare l’icona sulle ali della creatività sostenibile e ambienta nella Città di Ravenna la preview dalla 41a edizione del Festival dell’Aquilone di Cervia.

Per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, ARTEVENTO ne fa volare l’icona sulle ali della creatività sostenibile e ambienta nella Città di Ravenna la preview dalla 41a edizione del Festival dell’Aquilone di Cervia.

 PARCO TEODORICO

4 e 5 Settembre

 DARSENA

11 Settembre

 MARINA DI RAVENNA

12 Settembre

Promossi come icone perfette per esprimere l’auspicio di una ripartenza serena dopo la pandemia da Regione Emilia Romagna, Città di Ravenna e Viva Dante700, in attesa della 41° edizione di ARTEVENTO – che si svolgerà a Cervia dal 25 Settembre al 3 Ottobre – gli aquiloni del festival internazionale sono i protagonisti della preview ambientata nel capoluogo di provincia, intitolata “Ravenna Imagin’Aria” e accompagnata da due performance  di volo intitolate “Pop Up Sky Gallery”.

Omaggiando, insieme a Dante, anche la circostanza per la quale molte culture del mondo utilizzano per indicare gli aquiloni proprio i termini “stella” o “cometa”, gli organizzatori dell’evento che ha fatto di  Cervia la capitale dell’arte che vola s’ispirano al verso che chiude il 34° e ultimo canto dell’Inferno per una dedica alla comunità, al territorio e ai suoi simboli che parte intenzionalmente dai bambini, per onorare una vocazione ambientalista e il valore formativo dell’esperienza del gioco attraverso un laboratorio didattico speciale intitolato “L’aquilone di Dante”.

E quindi uscimmo a riveder le stelle – la frase che descrive il presagio di speranza di Dante e Virgilio giunti finalmente dalle tenebre dell’inferno alla spiaggia dell’antipurgatorio – si fa così non solo metafora del “viaggio” esistenziale dei giorni nostri, ma anche leitmotiv di un pensiero positivo e resiliente da condividere con gli adulti di domani e simboleggiato perfettamente proprio dall’immagine dell’aquilone. Strumento che ci permette di vivere un’esperienza di libertà in empatia con la natura e nel rispetto delle sue forze – oltre che simbolo poetico per eccellenza – da oggetto d’arte e occasione di un incontro multiculturale, l’aquilone diviene così anche l’emblema identitario di una coscienza collettiva ispirata ai valori della sostenibilità ambientale, etica e sociale.

ARTEVENTO AL PARCO TEODORICO 4 e 5 SETTEMBRE

Per contribuire alle celebrazioni dell’anno dantesco, alcuni dei protagonisti di ARTEVENTO s’incontrano in uno dei luoghi più iconici della città e scenografano con le loro creazioni  il laboratorio didattico dedicato ai bambini, offrendo loro un esempio d’intrattenimento ispirato alla filosofia della pace e adatto a tutta la famiglia, in un ambiente straordinario e profondamente legato all’identità storica e culturale ravennate.

L’aquilone di Dante”, disegnato da Caterina Capelli – e destinato a divenire anche il soggetto dell’annullo speciale di Filatelia Poste Italiane per la 41° edizione di ARTEVENTO – viene, infatti, costruito proprio nel parco pubblico che accoglie uno dei monumenti simbolo della città di Ravenna: il Mausoleo di Teodorico, la più celebre costruzione funeraria della tarda antichità, fatto costruire come propria sepoltura dal re degli Ostrogoti nel 520 d.C e inserito dal 1996 nella lista dei siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Sviluppato intorno all’iconico edificio da cui prende il nome, il Parco Teodorico è lo splendido spazio verde di circa 14 ettari realizzato nel 2006 per valorizzare le caratteristiche del territorio ravennate, tra cultura e paesaggio. L’ingresso principale, situato nella parte settentrionale su via Pomposa, è reso incantevole da specchi d’acqua che si riempiono nel periodo estivo di splendidi fiori di loto, mentre passeggiando lungo i percorsi, allietati da uno spazio ristoro e da angoli dedicati al gioco e allo sport, è possibile osservare le coltivazioni del parco agricolo e imbattersi in tartarughe, oche, anatre e gabbiani.

Durante le giornate del raduno, le modalità di accesso al parco non subiscono variazioni rispetto ai normali orari e all’utilizzo delle zone non interessate dall’iniziativa. L’accesso al Parco Teodorico è gratuito fino al tramonto nel rigoroso rispetto del divieto di assembramento.
L’area dedicata al raduno, situata al suo interno è riservata esclusivamente agli artisti invitati e ai bambini iscritti al laboratorio, nel pieno rispetto delle norme anti covid.

L’AQUILONE DI DANTE

Riservati ai bambini a partire dai 4 anni di età, i laboratori si svolgono nel rispetto delle vigenti normative anti covid, i giorni 4 e 5 Settembre nei turni di sabato mattina (dalle 11 alle 13), sabato pomeriggio (dalle 14 alle 18), domenica mattina (dalle 10 alle 13) e domenica pomeriggio (dalle 14 alle 18).

PER ISCRIVERE I BAMBINI AL LABORATORIO è necessario inviare un messaggio WhatsApp al numero 389 8723116 specificando chiaramente

  • turno scelto
  • nome ed età del bambino
  • nome e recapito telefonico dell’adulto che lo accompagnerà all’ingresso del laboratorio

All’interno dei turni indicati, i bambini verranno suddivisi in gruppi e l’orario in cui presentarsi all’ingresso dello spazio laboratorio verrà comunicato tramite WhatsApp nelle  giornate che precedono l’attività.
I partecipanti non potranno essere accompagnati all’interno dello spazio laboratorio, ma potranno essere attesi al di fuori delle transenne nella piacevole atmosfera del Parco Teodorico. La partecipazione al laboratorio è ad offerta libera e consapevole.

Tutti i giorni: 7.30 fino al tramonto

L’accesso al Parco è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento, nonché della distanza di sicurezza interpersonale di un metro; le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse.

Ingresso gratuito

Il parco si colloca in una zona semicentrale. Posteggio bus e auto. Linea Bus n. 2, 5. Nelle vicinanze: IAT Teodorico, Rocca Brancaleone e Mausoleo di Teodorico.

Dopo la dedica alla cultura e alla storia di Ravenna, festeggiata nel verde rigoglioso del suo splendido parco, gli aquiloni di ARTEVENTO tornano idealmente verso il mare, per un omaggio visivo a due iconici “luoghi di acqua” che fanno da trait d’union con Cervia, meta conclusiva del percorso con la 41a edizione del suo festival, in programma dal 25 Settembre al 3 Ottobre sulla Spiaggia di Pinarella.

POP UP SKY GALLERY 11 e 12 SETTEMBRE

Per celebrare Dante, a corollario del raduno presso il Parco Teodorico, con gli appuntamenti collaterali intitolati Pop Up Sky Gallery, ARTEVENTO continua a volare a Ravenna anche nei giorni dell’anniversario della morte del Sommo Poeta, avvenuta nella notte fra il 13 e il 14 Settembre 1321. Così, mentre la città in cui riposano le spoglie del Padre della lingua Italiana festeggia il gran finale dell’anno dantesco anche la Città di Cervia è presente con il contributo visivo del suo evento più gioioso e caratterizzante.

Nelle giornate di Sabato 11 e di Domenica 12 Settembre, rispettivamente in Darsena e a Marina di Ravenna, sulla Spiaggia Libera adiacente la Diga Foranea Sud di fronte al Circolo Marinai d’Italia, ARTEVENTO sceglie due pittoresche location da “passeggiata” per ambientare un estemporaneo volo di aquiloni pensato come un silenzioso e inatteso omaggio nel vento, o una spettacolare pennellata di colore sulla cartolina di Ravenna.

La Pop Up Sky Gallery in Darsena decolla a Ponente negli spazi adiacenti la sede dell’Autorità Portuale, davanti al murales dello street artist Ericailcane. L’area di ancoraggio degli aquiloni è interdetta al pubblico e la performance visibile a distanza o passeggiando sul lato levante del Canale Candiano.

Organizzata in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale questa performance inserisce la Città di Ravenna nel calendario 2021 dell’iniziativa nazionale Italian Port Days , promossa per avvicinare la cittadinanza alla vita e cultura portuale attraverso eventi, incontri e visite.

Dopo la dedica alla cultura e alla storia di Ravenna, festeggiata nel verde rigoglioso del suo splendido parco, gli aquiloni di ARTEVENTO tornano idealmente verso il mare, per un omaggio visivo a due iconici “luoghi di acqua” che fanno da trait d’union con Cervia, meta conclusiva del percorso con la 41a edizione del suo festival, in programma dal 25 Settembre al 3 Ottobre sulla Spiaggia di Pinarella.

POP UP SKY GALLERY 11 e 12 SETTEMBRE

Per celebrare Dante, a corollario del raduno presso il Parco Teodorico, con gli appuntamenti collaterali intitolati Pop Up Sky Gallery, ARTEVENTO continua a volare a Ravenna anche nei giorni dell’anniversario della morte del Sommo Poeta, avvenuta nella notte fra il 13 e il 14 Settembre 1321. Così, mentre la città in cui riposano le spoglie del Padre della lingua Italiana festeggia il gran finale dell’anno dantesco anche la Città di Cervia è presente con il contributo visivo del suo evento più gioioso e caratterizzante.

Nelle giornate di Sabato 11 e di Domenica 12 Settembre, rispettivamente in Darsena e a Marina di Ravenna, sulla Spiaggia Libera adiacente la Diga Foranea Sud di fronte al Circolo Marinai d’Italia, ARTEVENTO sceglie due pittoresche location da “passeggiata” per ambientare un estemporaneo volo di aquiloni pensato come un silenzioso e inatteso omaggio nel vento, o una spettacolare pennellata di colore sulla cartolina di Ravenna.

La Pop Up Sky Gallery in Darsena decolla a Ponente negli spazi adiacenti la sede dell’Autorità Portuale, davanti al murales dello street artist Ericailcane. L’area di ancoraggio degli aquiloni è interdetta al pubblico e la performance visibile a distanza o passeggiando sul lato levante del Canale Candiano.

Organizzata in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale questa performance inserisce la Città di Ravenna nel calendario 2021 dell’iniziativa nazionale Italian Port Days , promossa per avvicinare la cittadinanza alla vita e cultura portuale attraverso eventi, incontri e visite.